Travel

Scritto da Samuele

cxita2

È con sabato 12/01 all’Idroscalo di Milano che inizia un weekend di puro ciclocross con numerose gare che hanno assegnato le maglie di campioni Italiani 2019. Location d’effetto , già nota al mondo del ciclocross la quale ogni anno ospita il “Gran Premio Guerciotti “ nonché società organizzatrice dell’evento che a saputo curare il tutto in semplicità ma con un occhio rivolto ai dettagli in particolare per quanto riguarda il percorso disegnato molto bene ,tracciato veloce con piccole asperità e contropendenze rese piuttosto scivoloso dalle temperature che nella notte sono scese sotto lo zero facendo ghiacciare così il terreno. Si aprono le danze con le gare delle categorie amatoriali , circa 215 atleti ai nastri di partenza suddivisi in due gruppi , FASCIA 1 ( ELMT-M1-M2-M3 ) e FASCIA 2 ( M4-M5-M6-M7 e donne ) 7 atleti riconfermano la maglia conquistata nel 2018 a Roma e sono Giovanni Gatti (M1), Carmine del riccio che però quest'anno ha vinto all'esordio tra i Master 3, Massimo Folcarelli (M4),Gianni panzarini (M5), Giuseppe dal Grande (M6), Elis Simeoni (EWS), Tamara Fabbian(W2) per quanto riguarda le altre categorie, Cionna Lorenzo si aggiudica la vittoria tra gli ELMT, DEL MISSIER Marco (M2), Feltre Michele (M7) e Selva Chiara (W1). Nella seconda parte della mattinata entrano in scena i più giovani . I primi a prendere il via allle 11:15 sono stati quelli del primo anno (96 partenti), mentre alle 12:10 è toccato ai ragazzi di 14 anni (97 partenti). Nella prima gara c'è stato un bel duello tra il genovese Matteo Gabelloni e il lombardo Nicholas Travella concluso in volata con la vittoria di Gabelloni , secondo Travella e terzo Christian Fantini. Stesso epilogo tra i ragazzi del secondo anno con Mattia Settin beffato negli ultimi metri di gara da Matteo Fiorin autore di una strepitosa volata. Terzo Milo Marcolli. Dopo una pausa dedicata alle prove ufficiali del percorso alle 14:30 riprendono le gare con la partenza degli Allivi 1^ anno con una gara fotocopia a quelle degli esordienti, decisa allo sprint nel quale Filippo Borello ha la meglio su Andrea Dallago , chiude in terza posizione Luca Paletti a soli 4” . Distacchi contenuti dovuti soprattutto al percorso , veramente molto veloce che rendeva difficile imporsi , difficile ma non del tutto scontato perché è proprio quello che è successo nella gara degli Allivi 2^ anno dove il Pugliese Ettore Loconsolo ha dimostrato di avere una marcia in più andando a staccare i compagni di fuga , rispettivamente Gabriel Fede e Bryan Olivo. Si chiude così la prima incredibile giornata dei Campionati Italiani di Ciclocross 2019. Domenica 13/01 giornata dedicata principalmente alle ragazze . Si inizia con le Allieve dove a trionfare sono Beatrice Fontana e Lucia Bramati rispettivamente Allieve 1^ e 2^ anno

AL 1^ anno :
1. Beatrice FONTANA (Sanfiorese) 28:42
2. Martina RECALCATI (GS Fiorin) 28:45
3. Romina COSTANTINI (AC Valvasone) 29:21
AL 2^ anno :
1. Lucia BRAMATI (Team Bramati) 27:44
2. Giulia CHALLANCIN (Team Bramati) 28:00
3. Alice PAPO (DP66 Giant Rigoni) 28:35

A seguire le Esordienti dove Beatrice Temporini ( Es 1^ anno ) e Federica Venturelli ( Es 2^ anno ) dominano sin dall’inizio le rispettive categorie portando a casa il tricolore.

ES 1^ anno :
1. Beatrice TEMPERONI (Ciclistica Bordighera) 30:20
2. Anita BAIMA (GS Fiorin) 30:48
3. Arianna BIANCHI (Velò Montirone) 30:51
ES 2^ anno :
1. Federica VENTURELLI (GS Fiorin)
2. Valentina CORVI (Melavì Focus)
3. Sofia CAPAGNI (Race Mountain Folcarelli)

Alle 10:50 viene dato il via alle categorie superiori, donne Elite , Under e Juniores . Combattute ed avvincenti le gare delle Under e delle Juniores nelle quali le vincitrici ( Sara Casasola tra le Under e Letizia Motalli tra le junior) hanno dovuto sudarsi fino in fondo la maglia di campionesse italiane . La gara delle donne Elite nelle prime fasi di corsa sembrava promettere un bel duello tra Arzuffi , Lechner e Teocchi proprio grazie a quest’ultima che nonostante il suo primo anno nella massima categoria non ha avuto timore a portarsi subito in testa a dettare il ritmo , ma purtroppo non c’è stato nulla da fare la campionessa uscente Eva Lechner già alla fine della prima tornata non solo aveva chiuso il gap ma è riuscita addirittura a staccare la Teocchi incrementando il suo vantaggio giro dopo giro ,andando così a riconfermare il suo titolo .Negli ultimi giri Alice Maria Arzuffi è riuscita a scavalcare la Teocchi chiudendo in seconda posizione , ci si aspettava molto dall’atleta delle Fiamme Oro soprattutto dopo i risultati ottenuti nelle competizioni in Belgio .

Donne Junior
1. Letizia Motalli (KTM Protek Dama CX) 42:02
2. Gaia REALINI (Vallerbike) 42:12
3. Alessandra GRILLO (Selle Italia Guerciotti) 42:19
Donne Under
1. Sara CASASOLA (DP 66 Giant Rigoni) 40:36
2. Silvia Persico (GS Sorgente Pradipozzo) 40:47
3. Francesca Baroni (Selle Italia Guerciotti) 41:26
Donne Elite
1. Eva LECHNER (CS Esercito) 38:18
2. Alice Maria ARZUFFI (CS Polizia) 38:32
3. Chiara TEOCCHI (CS Esercito) 39:28

Poco prima di pranzo è il turno degli Juniores dove il Lecchese Samuele Leone dopo essere stato in compagnia di Tommaso Bergagna ed il Trentino Emanuele Huez allunga solitario verso la maglia tricolore , staccando i diretti rivali di oltre mezzo minuto . Gara fotocopia quella degli Under 23 dove Jacob Dorigoni prende in mano le redini del gioco controllando insieme al compagno di squadra Stefano Sala per poi allungare nel finale , terzo Antonio Folcarelli .

Junior :
1. Samuele LEONE (Merida Italia team) 40:31
2. Tommaso BERGAGNA (Jams Buja) 40:58
3. Emanuele Huez (KTM Alchemist Selle SMP Dama) 41:05
Under 23 :
1. Jacob DORIGONI (Selle Italia Guerciotti)
2. Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti)
3. Antonio Folcarelli (Race Mountain Folcarelli)

Si giunge così all’evento conclusivo di questa due giorni dedicata al ciclocross, la gara degli uomini Elite, la categoria regina. Dopo parecchi anni non vediamo ai nastri di partenza il grande Marco Aurelio Fontana , grande assenti anche i fratelli Samparisi causa infortunio. Dopo una partenza fulminea a fine del primo giro la situazione si stabilizza e si forma un gruppetto di 7 atleti tra i quali spunta il nome di Gioele Bertolini , reduce dalle numerose gare disputate tra Belgio ed Olanda nei templi sacri del ciclocross dove ha potuto confrontarsi con i migliori al mondo , portando a casa tanta esperienza e grandi abilità tecniche . Gioele non ha aspettato molto per allungare sui suoi avversari involandosi solitario verso il traguardo dell’idroscalo rifilando ai fratelli Braidot , rispettivamente Luca e Daniele oltre un minuto di distacco. Per Gioele è il terzo titolo tricolore tra gli Elite. Si chiudono così due giornate di ciclocross, una realtà sempre più presente e concreta in Italia , grazie anche al grande impegno delle società organizzatrici come in questo caso la Famiglia Guerciotti autrice di un grandissimo evento.

cxita1

Considerata "Bikers Paradise", la Bike Area di Dolomiti Paganella (Andalo, Fai e Molveno) è una tappa fissa! Un territorio tutto da scoprire adatto ai Pro ed ai principianti. ...

Trails fantastici,nuovi amici e divertimento puro: ecco cosa abbiamo trovato durante i nostri giorni al Carosello 3000! Non potete perdere L'evento Great Days 2020, stay tuned...

Esplorazione, strategia, divertimento. Una caccia al tesoro in mtb alla ricerca di animali, view point e un tizio di nome Wally. La Tutti Frutti Team Challenge sarà il momento...