All’Italian Bike Festival, Scott Sports Italia ha voluto spiegare i grossi ritardi delle consegne bici in Italia e nel resto del mondo.
Seguendo la politica aziendale di massima trasparenza e schiettezza, Donatella Suardi - general manager di Scott Sports Italia - ha raccontato di come le richieste di bici, in un anno in Europa, è stato del +2.000.000. Questo enorme quantitativo di ordini si somma a tutte quelle che sono le problematiche legate al Covid-19.
Molte fabbriche sono rimaste chiuse a causa dell’emergenza sanitaria e tutt’ora continuano le quarantene, le materie prime scarseggiano ed i prezzi sono schizzati alle stelle. Questi fattori hanno spinto alcune aziende a spostare la produzione ed aprire nuove fabbriche, ma capirete che si tratta di una situazione non risolvibile in breve tempo.

Purtroppo la conseguenza di tutto questo è che, per noi consumatori finali, non ci sono risposte certe su quando saranno disponibili effettivamente le bici.
Purtroppo nessuno può rispondere a questa domanda.
Scott Sports Italia, però, ha deciso di fornire la data di consegna solo quando ha la certezza di avere la bici pronta e già caricata sul container, così da poter dare una garanzia sicura agli utenti finali.

Ragazzi, purtroppo la situazione è difficile per tutti. Non arrabbiatevi con i negozianti e con le aziende, si sta cercando di fare il meglio che si può in questo periodo semplicemente da dimenticare.