Scritto da Virginia

ripmo1

Figlia dell’amore tra Ripley e Mojo HD4, la nuova IBIS RIPMO è un’attaccante dalle ruote grosse, sempre pronta ad un altro giro, che si tratti di una lunga salita a pedali o sul retro di un pick-up. Con un telaio da 2.7 kg e 145mm di escursione posteriore gestiti dal più evoluto DW Link mai realizzato e un’escursione di 160mm all’anteriore è sicuramente la bici più versatile che abbiamo mai realizzato. Segna anche un importante cambiamento nel nostro approccio alla geometria.

ripmo6

Il reach è quasi un pollice (2,54cm) in più della nostra HD4, vincitrice in EWS, una luce tale da montare telescopici da 170mm e un angolo sella super pedalabile da 76°. Il risultato è una bici pronta a lunghe uscite, pur mantenendo una guida vivace.
Altre caratteristiche sono il passaggio ruota per le gomme da 2.6”, carro corto, movimento centrale lettato, passaggio cavi interno e la possibilità di abbinare un ammortizzatore con serbatoio separato anche con una borraccia di grandi dimensioni.

ripmo2

GEOMETRIA
Se c’è una frase davvero in azionata nel mondo della MTB moderna è “longer and slacker” (lunga e aperta, ndr). Ogni produttore (IBIS inclusa) ne è sicuramente colpevole. Certo che una geometria più lunga e aperta migliora le capacità discesistiche della bici, ma sino a che punto ci si può spingere? Sentivamo di essere arrivati al limite, sino a che non abbiamo iniziato a lavorare su angoli sella e offset della forcella.
Con un angolo sella particolarmente ripido a 76°, abbiamo spostato il peso sulla ruota anteriore. Ciò si traduce in un avantreno con una minore tendenza ad allargare la traiettoria. Spostare avanti il tubo sella ha richiesto anche di adeguare la posizione del tubo sterzo, per mantenere i valori di top tube, generando un reach maggiore. 
In aggiunta al tubo sella ripido, la Ripmo adotta un offset della forcella inferiore a quello utilizzato normalmente. L’angolo sterzo da 65,9° lavora come fosse un 64.5° con offset tradizionale, senza tuttavia aumentare il passo. Si ottiene così la stabilità dell’angolo sterzo aperto senza perdere l’agilità necessaria a girare nello stretto. 
La geometria della Ripmo garantisce un nuovo livello di con denza e velocità conferendo ad una 29” la stabilità di un mezzo da EWS come la HD4.

ripmo3

BOCCOLE E CUSCINETTI
Se chiedete ad un ingegnere, vi dirà che le boccole sono più leggere, più rigide, più economiche e richiedono minore manutenzione dei cuscinetti. Fondamentale è usarle dove ha davvero senso.
Le boccole funzionano al meglio in utilizzo con alti carichi e minima rotazione, due cose che non piacciono proprio ai cuscinetti. Questo è il motivo per cui i produttori di sospensioni le utilizzano per ssare gli ammortizzatori ai telai e noi le usiamo da 5 anni nei clevis delle Ripley, HD3 e HD4.
Alti carico e minima rotazione descrivono precisamente il nuovo link inferiore della Ripmo, ecco perché introduciamo una nuova biella su boccole IGUS. Il nuovo link è 80gr più leggero del suo equivalente su cuscinetti e molto più rigido torsionalmente. Le boccole sono protette dagli agenti esterni e hanno lunga durata. E siamo così convinti del concetto che le garantiamo a vita. Hai un problema? Chiamaci e te ne manderemo un nuovo set.

ripmo5

REGGISELLA TELESCOPICO PIU' LUNGO
Per questo il nostro telaio è disegnato introno run reggisella da 170 mm di escursione (150 mm sulla Small), anche se i rider con gambe lunghe possono provare con un reggisella da 185 mm o 200 mm. L’extra spazio permette inoltre di scegliere il proprio telai in base al reach e non allo standover.
Spazio per il 2.6”
Con una piattaforma versatile come la Rimpo, devi avere la possibilità di scegliere le gomme che preferisci.
Siamo stati pionieri dei cerchi larghi e in parte delle semi- plus da 2.6”. Quando abbinate con i nostri cerchi da 35mm queste gomme a grosso volume possono essere usate a pressioni molto basse aumentando a dismisura la trazione senza ettere sul cerchio.
TUNNEL PER CAVI INTERNI
Mentre tute le nostre bici hanno passaggi cavi interni, la Ripmo è l’unica ad avere dei tubi in carbonio per il passaggio cavi stampati direttamente nel telaio. Vi basterà inserire il cavo o la guaina in una estremità che uscirà dall’altra parte senza dovere ricorrere a strumenti particolari.

Trovate tutte le specifiche su IBISCYCLES.COM o su 4GUIMP.COM e speriamo di poterla provare...

ripmo4